Loading...
Home 2017-10-29T10:24:29+00:00

It’s a beautiful prison, the world.     (W. Shakespeare)

     

Donne. Donne che si ribellano, attraverso il lavoro.

Che si riappropriano del presente, e anche del futuro, attraverso il lavoro.

Donne che lottano, attraverso il lavoro: per garantire un futuro migliore ai propri figli, per riottenere un ruolo attivo nella società, per trovare integrazione e dimenticare, spesso, violenze e soprusi.

La sartoria e la pelletteria insegnano tecniche importanti anche dal punto di vista educativo: cucire e ricucire, gestire fili, definire progetti, tagliare forme, tornare a comunicare. La dignità passa dal saper fare e dalla maestria delle mani.

Nato nel 2015 su iniziativa della Cooperativa Alice, Sociallymadeinitaly ha saputo realizzare il primo distretto produttivo etico italiano, consolidando esperienze di piccole imprese sociali diverse, contribuendo a rendere sostenibili bilanci e intervenendo con percorsi formativi specifici per migliorare la qualità e la produzione (l’acquisizione di nuovi standard qualitativi e produttivi) nelle lavorazioni capaci di rendere il sistema della cooperazione sociale competitivo e interessante per il mercato del luxury fashion.

Sociallymadeinitaly non è l’ennesimo brand di accessori moda ma un progetto, una piazza, un incontro. Un network di diverse personalità e opportunità. Diverse ma con una unica visione: “Dare al Made in Italy una precisa identità che al saper fare aggiunga attenzione e amore per il lavoro, per le persone e per la bellezza che il ben fatto sa generare”

Learn More

SUPPORTED BY

             

Socially MadeinItaly è un progetto di: