Loading...
About Us 2017-10-31T00:07:29+00:00

SOCIALLY MADE IN

(ITALY)

6 laboratori all’interno di altrettanti istituti penitenziari e 2 nelle estreme periferie milanesi. 8 laboratori artigianali di eccellenza nella serigrafia, sartoria, pelletteria, lavorazioni a telaio, feltro. 60 donne  impiegate. 

Un sistema produttivo certificato dal marchio Sigillo del Ministero della Giustizia che attesta il rispetto dei contratti sindacali di categoria e garantisce l’impatto socialmente utile dell’intervento lavorativo. 

E poi esponenti del Made in Italy, dell’Altamoda italiana e del lusso, che ci supportano e sono docenti dei training formativi e mentori dei laboratori. Due mondi a tratti contrapposti che ora si incontrano, dialogano e collaborano per costruire un Paese migliore. Più efficiente e interattivo e interconnesso. 

ILARIA VENTURINI FENDI

LA PRIMA AD AVER CREDUTO IN SOCIALLY

Ilaria Venturini Fendi, la più giovane delle figlie di Anna Fendi, è stata a lungo  Shoe Designer Fendi oltre che Direttore Creativo Accessori Fendissime.  Alcuni anni dopo la vendita dell’azienda di famiglia ad un gruppo francese, decide di lasciare la società per dedicarsi all’agricoltura biologica.

Traendo ispirazione dalla sua nuova vita legata alla terra e alla difesa dell’ambiente e riscoprendo le sue radici di designer,  nel 2006 crea Carmina Campus, un marchio di moda sostenibile che unisce i valori del lusso e della bellezza alla responsabilità sociale d’impresa.

Carmina Campus utilizza materiali industriali comunemente considerati scarti come fonte di ispirazione e materia prima per i suoi prodotti. Nelle mani di esperti artigiani italiani questi materiali acquistano nuova vita come parte di oggetti di design.

Vintage, ma anche materiali di scarto non usati e a volte rifiuti industriali.  Eccessi di produzione, fondi di magazzino, campionari, materiali difettosi o inutilizzati, tutto viene trasformato in borse, gioielli o oggetti d’arredamento.

IL LAVORO COME STRUMENTO

LA VITA COME OBIETTIVO

Il genius faber italiano esprime una semplice verità: il lavoro è una espressione della vita ed è davvero produttivo quando è davvero vivente. Da secoli dice qualcosa di assolutamente moderno: se l’essere umano non può essere ridotto al suo lavoro, il lavoro deve però essere piena espressione dell’essere umano. Se la vita non può soltanto essere lavoro, il lavoro deve però sempre avere i caratteri della vita” (Alberto Peretti)

COLLABORAZIONI    CO-BRANDING

IL MONDO DEL FASHION

COLLABORAZIONI   LE AZIENDE E GLI ALTRI STAKEHOLDERS

IL MONDO DELLE AZIENDE ED ENTI DI CATEGORIA

CATERINA OCCHIO

#HEART

MOVEMENT

SEGRETERIA NAZIONALE

FEMCA CISL